Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
3 panini a Scutari | Salviamo Peter Pan

3 panini a Scutari

Posted by lapo2001 on ago 15th, 2008

Dicono che a Scutari si mangiano degli ottimi panini…

Un paio di azioni costruite per bene e una difesa accorta hanno permesso al Napoli di superare senza troppa difficoltà gli albanesi di Scutari del Vllaznia. Squadra quest’ultima davvero modesta, tanto da convincermi che con un pò di allenamento, i ragazzi della partita del venerdì a San Liborio, avrebbero potuto anche competere.

Con una decina di indisponibili, con Hamsik che in tutta la partita avrà toccato sì e no 5 palloni, con Maggio che ha affondato una sola volta e con Montervino in panchina, gli azzurri, nonostante ciò, senza strafare hanno portato a casa la gara d’andata di questo preliminare uefa e con essa anche la qualificazione al prossimo turno. Un tre a zero senza storie e senza troppi commenti. Vorrei però evidenziare ancora una volta l’ottima prestazione di Ignacio Pià, autore di una doppietta e del sempre atteso De Zerbi. Molto probabilmente uno dei due dovrà lasciare il nostro club. Dopo la gara di stasera, non so chi Marino abbia nella mente. Come ho già ribadito qualche tempo fa, io sto dalla parte di Ignacio. Lo vedo scalpitante e non può più deluderci.

Intanto attendiamo il campionato…sperando che i suoi panini non siano indigesti…

Forza Napoli Sempre

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

3 Responses to “3 panini a Scutari”

  1. 1
    minao Says:

    Questa vittoria è il regalo piu’ bello… me la dedico a NOI che ci abbiamo sempre creduto… Lapo non ti scordar della promessa… sperando che Daisy faccia altrettanto…

  2. 2
    andrea firenze Says:

    ciao a tutti… sono il tifosissimo viola andrea… vacanze finite… e non vedevo l’ora di entrare in questo blog…. per farvi i complimenti per questo percorso estivo finalmente dal profumo d’europa…
    vi invio un copia incolla dell’intervista che ha fatto prandelli sul giornale il roma in cui parla del vostro amato napoli e che secondo me è molto bello..
    un saluto grande con la speranza che quest’anno ci si possa divertire e si possa godere delle nostre squadre…
    ciao a tutti e forza viola..

    “Napoli come noi: presto lotterà per la Champions”. L’articolo di Prandelli

    19/08/2008

    Questo l’articolo scritto dall’allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli per il quotidianoIl Roma, tutto sul Napoli.

    “Leggo con piacere i continui paralleli che si fanno tra Napoli e Fiorentina. E’ un onore per la nostra società sapere che un club blasonato come quello partenopeo abbia apprezzato la nostra politica. E non mancano, decisamente, i paralleli. Entrambi i sodalizi hanno vissuto il dramma del fallimento, ripartendo dal nulla. La famiglia Della Valle e Aurelio De Laurentiis sono inappuntabili nella conduzione. Mai una polemica fuori posto, massimo rispetto per arbitri e avversari, ed incondizionata fiducia ai propri collaboratori. Marino e Reja lavorano senza pressioni della proprietà, lo stesso accade in riva all’Arno con me e Corvino. Società lontane anni luce da altri club dove i Presidenti cambiano allenatori e dirigenti a ritmi vertiginosi. De Laurentiis e Della Valle hanno invece capito da subito che solo con la continuità si ottengono risultati. Il progetto Napoli è molto simile al nostro. Puntiamo su giovani talenti, parimenti il club napoletano. Marino si è dimostrato bravissimo a scovare virgulti emergenti. Oggi Lavezzi, Gargano, Hamsik e Santacroce sono già delle realtà, ma un anno fa furono accolti, ricordo, con una buona dose di scetticismo. E’ successo anche a Firenze. Cedemmo Toni e tutti a intonare il de profundis per la mia squadra: siamo entrati in Champiosn League, cosa che, penalizzazioni a parte, accade puntualmente da tre anni. Il mercato estivo azzurro mi è piaciuto. Conosco bene Russotto, ad esempio. Ottima tecnica di base, bravo nel dribbling e ricco di personalità. Sa giocare sia da seconda punta che da trequartista. Credo molto in lui, sono certo che non deluderà vista la giovane età. Ai giovani basta non mettere pressioni, senza chiedere tutto e subito- Treviso non è Napoli, diamogli il tempodi ambientarsi nella realytà metropolitana. Un altro valido elemento è Rinaudo, un difensore di grande qualità, destinato a migliorare il reparto difensivo. Di testa le prende tutte, ed è bravo anche con i piedi. Su Maggio c’è ben poco da aggiungere: è un gran bel giocatore, che a mio avviso si esalta proprio nel 3-5-2. Con la Samp di Mazzarri giocava in questo modo, con Reja idem. Forse Lippi gli ha preferito Casseti per strette motivazioni tattiche: il romanista gioca in una difesa a quattro, il cittì adotta quello schieramento in terza linea. Denis lo conosco poco ma mi fido del grande intuito di Pierpaolo Marino, se lo ha preso avrà visto giusto. In attacco poi Reja dispone anche di Zalayeta, sulla via del completo recupero, del rinato Pià, altro buon giocatore, e di De Zerbi. Senza contare Lavezzi, attualmente alle Olimpiadi, una vera e propria forza della natura. Ho ancora negli occhi la partita di Napoli:il Pocho ci mise in seria difficoltà, non a caso è nel giro della nazionale argentina. Il progetto Napoli ha un anno di vantaggio rispetto al nostro. La Fiorentina al suo primo anno di Serie A si salvò per il rotto della cuffia. Io e Corvino nel secondo anno di A ripartimmo da zero, costruendo la squadra dalle fondamenta. Il Napoli, al contrario, ha già fatto benissimo appena tornato nel calcio che conta, rimediando un positivo ottavo posto. Nel giro di due campionati gli azzurri potranno già tentare il salto in Champions. Complimenti davvero”.

    Cesare Prandelli – Il Roma

  3. 3
    lapo2001 Says:

    Grande Andrea,come stai?
    sono felice di ritrovarti e sono strafelice di vedere il mio grande Napoli continuare a stupire e a far sognare.
    Ti ringrazio per l’articolo con le belle parole di Prandelli. Quando si parla del vostro tecnico si dicono ormai sempre le stesse cose, ma alla fine non possono non ripetersi all’infinito:oltre ad essere tra i più bravi allenatori in circolazione, è anche un modello in comportamenti. Tanto che a volte mi chiedo come ci sia capitato in quella jungla.
    Ho seguito la fiorentina in Champions. Mi ha impressionato molto Felipe, mentre Vargas ancora non l’ho visto al top. Se ripete le prestazioni dell’anno scorso sò dolori. Contro di noi, fu letteralmente una furia.
    Auguro a te e ai tuoi viola un buon campionato, e rinnovo la speranza di poterci ritrovare lassù insieme. Ritorna a trovarci.
    Ciao e Forza Napoli

Leave a Reply

Archivi