Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Parma – Napoli 1-3 | Salviamo Peter Pan

Parma – Napoli 1-3

Posted by lapo2001 on mar 13th, 2011


MMS, inserito originariamente da LAPO2001.

XXIX Giornata
Parma – Napoli 1-3 (Palladino; Hamsik, Lavezzi, Maggio)

Io non credo agli oroscopi.

Sono in macchina con la mia banda. Ci stiamo dirigendo verso Parma e mancano ancora un centinaio di chilometri prima di arrivare a destinazione. Piove ininterrottamente da Napoli, il Milan ha pareggiato e l’Udinese ha vinto. Dopo aver disquisito su ogni argomento possibile ed inimmaginabile con tema “il ciuccio”, partendo dal semplice “chi giocherà a centrocampo con Yebda stasera?” fino a giungere ad assurde teorie sul mistero che vede Gargano calciare le punizioni , dopo aver schiacciato un paio di pisolini e scrutato in lungo e in largo i quotidiani sportivi almeno 3 volte, per ammazzare il tempo, mi sono ridotto alla lettura di alcune riviste sparpagliate nell’auto del Minao, mio fraterno amico, ora alla guida. “Canalis-Clooney:è finita, forse”, “Sgarbi vuole Nicole Minetti nel suo show in tv”, “Patty Pravo:la mia prima volta”, “eccovi i numeri della settima profezia: 15-05″, questi i titoli del settimanale rosa. Troppo incuriosito da queste notizie, scelgo di leggere solo l’interessantissimo oroscopo. Io che non ci credo. Ho iniziato a leggerlo a voce alta sino a chiudermi soffusamente e gradatamente nel silenzio. Per il Sagittario si prevede infatti un fine settimana meraviglioso, che trova il proprio culmine nella giornata di domenica 13 Marzo. Cioè oggi, eh. E le motivazioni di questa inattesa nuvola di energie positive sulla mia testa sarebbero dovute, secondo l’analisi di Paolo Fox, oltre a Saturno che è entrato nella casa del Cancro o giù di li, anche ad uno scomodo passato che perderà d’importanza. Non ho voluto riferirlo ai miei amici, compagni di viaggio. Non ho mai creduto alla fortuna e agli umori decisi dalle meteoriti, ma visto che la previsione è così positiva, perché rovinarla con una confessione che porta sfiga, no? Dire “sono sicuro, vinceremo” è peggio della “buona pesca”. Certe cose non si possono dire, non si devono dire. Questa settimana poi, non è stata una di quelle che ricorderò con piacere ed il passato, lo devo ammettere, mi inchioda. Nelle mie due precedenti presenze al Tardini infatti, ho raccolto i cocci di pesanti sconfitte(3-0 nel ’96 e 3-1 dieci anni dopo in Coppa Italia) e temo fortemente il “non c’è due senza tre” e le mie ultime trasferte sono state Milano e Villareal. Sono batoste ancora fresche. Temo. Tremo. Lo so che non ha senso. Per me poi che non credo agli oroscopi.

E’ l’intervallo. Siamo migliaia. La nostra curva è stracolma. Vedo napoletani ovunque.Ho la sensazione che siano in ogni zona dello stadio. Al “chi non salta” di prima, ho visto tanti balzi anche in tribuna e nell’intero settore adiacente il nostro. Al Tardini c’è il tabellone elettronico ma non ci sono le coperture sulle curve e piove senza tregua sulle nostre teste da più di un’ora. Molti sguardi sono mesti e ci sono un paio di folli che nelle prime file assistono la partita a torso nudo(?!); il Catapo, mio fraterno amico, che con la scusa di aver dimenticato il pacchetto in auto, continua imperterrito a chiedermi sigarette; il tipo capitatomi alle spalle invece è insopportabile. Da prima che scendessero in campo i giocatori, il baffuto signore imbacuccato in una incerata di emergenza e con un paio di gambali di dubbia impermeabilità ha impostato un loop costante, come questa pioggia, sulla mediocrità della nostra squadra e in particolare sulla partitaccia del Pocho. La insostenibile nenia non ha avuto pause sino a un paio di minuti fa e, in alcuni casi(tipo quando il Pocho ha tirato a volo in curva), si è lasciato andare a sfoghi mostruosi con annesso calcio nervoso e violento sul posto. Per cui ad ogni bestemmia, mi è spettato una ulteriore doccia fuori programma, provocata da uno stivale agitato. Per fortuna ora è distratto da un panino ormai spugnato con salsiccia e friarielli. Visivamente è terribile,ma l’odorino mi ha appena ricordato qualche leccornia di Tovagliolo Azzurro e che non ho nemmeno mangiato. Il cambio di posto mi sembra necessario. Continuo a chiedermi dove sia la mia giornata meravigliosa. Sembra davvero tutto contro di me.
Non lo so. Mi sento sconsolato. Sono anche nervoso. Il tabellone alle nostre spalle continua imperterrito e impietosamente a ricordarmi quella bordata di Palladino. Doveva essere la partita del riscatto, no? Proveniamo dal periodo peggiore della stagione, chi ci è davanti ha rallentato, chi è dietro s’è fatto pericolosamente sotto e noi? Certo, la flessione atletica, gli errori arbitrali, i soprusi dell’ingiustizia sportiva, l’assenza del Pocho. Certo, il peso di non poter più fallire, il calo del Matador e le denunce del presidente a cui hanno fatto seguito polemiche destabilizzanti. Certo, sono sicuro che invece gli oroscopi di tutti voi 11 siano pessimi, certo tutto, ma ripeto, e noi? Noi ora siamo qui. Il Catapo che mi chiede l’ennesima sigaretta, il signore dietro ha finito di mangiare il panino e ha ripreso la cantilena anti-Lavezzi con lo sguazzo, ho anche un piccolo principio di raffreddore, ho fame e il Napoli perde qui a Parma facendomi riaffiorare le angosce di Udine, in cui fummo cornuti per la sconfitta e mazziati dal gelo e dalla pioggia. No, non ci voglio credere. E’ un incubo. Sento il fantasma di Paolo Fox aleggiare nell’aria. Ha la voce cacofonica di Nevio Scala e continua a ripetermi “ma che sei venuto a fare?”. Tentenno. Titubo. Ma gli oroscopi c’azzeccano? Le stelle sanno parlare?Cosa succederà?

Sono in albergo, disteso bagnato fradicio sul mio letto. Non ha mai smesso di piovere. In camera c’è la tv che trasmette Controcampo, ma il russare del Giuffrè, mio fraterno amico, mi impedisce di ascoltare lo sfogo del ds Leonardi e le follie di Abatantuono. Penso al pacchetto di sigarette vuoto e alla frugalissima cena che ha lasciato un vuoto allo stomaco allucinante. Penso che al raffreddore s’è aggiunto un fastidioso mal di gola. Penso a Paolo Fox. Penso alla partita. Alle urla di gioia al triplice fischio. Penso all’inchino di Maggio e l’ovazione ad Hamsik al momento della sostituzione. Penso all’esordio fantastico di Victor Ruiz. Penso alla giustizia astrale che supplisce quella sportiva e che per un Rosi che toglie ce n’è un altro che dà. Penso alla fenomenale prestazione del Pocho e al signore baffuto che alla fine senza sbattere il piede sul sediolino ha sentenziato “Senza Lavezzi nun simm nisciuno, l’ho sempre detto”. Penso a coloro che non hanno mai smesso di cantare, se non quando è passato l’inno di Mameli. Penso a me e alla mia banda sconsolata all’intervallo. Penso al viaggio di ritorno col sorriso stampato in faccia e la curiosità su cosa si inventeranno i giornali per scagionare Ibra. Penso al viaggio d’andata in cui speravamo di tornare a sognare come stiamo facendo ora. Penso alla seconda finale che ci aspetta. Ripenso inevitabilmente all’oroscopo.
Le stelle si sono allineate. Una è slovacca e l’altra è argentina. La terza, quella proveniente da un altro sistema solare, è un po’ in fase calante ma tornerà ad orbitare presto. In soli 4 minuti si sono svegliate dalla loro eclissi, si sono accese ed hanno affondato gli avversari. E questa, caro Paolo, è la combinazione astrale che avevi previsto, eh?. Dopo le tre perle di stasera, il nefasto passato si è completamente sgretolato e il gol di Zola e il rigore di Cigarini sono ormai ricordi buoni per le statistiche. Il presente è meraviglioso. E domani sono sicuro che sarà ancora megliore. Ho letto l’oroscopo, eh. Io in fondo c’ho sempre creduto.
Ma s’è capito se la Canalis l’ha lasciato veramente George?

Forza Napoli Sempre
La 10 non si tocca.
15-05

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

9 Responses to “Parma – Napoli 1-3”

  1. 1
    dgiuffre Says:

    …e io lo soooo, perchè non resto a casa!!!
    I cori da stadio sembrano sempre stupide canzoncine con poco significato questa invece con poche parole riesce a farti capire quanto è impossibile spiegare certe emozioni. Raccontare a qualcuno di essere andato fino a Parma in macchina per vedere 22 ragazzi rincorrere un pallone spesso significa volersi sentire dire: “…tu non stai bene!” Questa volta bisognerebbe aggiungere che dopo sette ore di viaggio ci siamo letteralmente infilati nel primo squallido albergo che ci è capitato, che siamo rimasti per più di 3 ore sotto la pioggia incessante, che dopo la partita (inzuppati fadrici) abbiamo degustato un’indecente pizza e che prima di altre 7 ore di viaggio abbiamo dovuto dormire con l’assordante colonna sonora scritta, diretta ed interpretata da Lapo. Tutto questo basterebbe per chiedere a gran voce un ricovero immediato e una visita specialistica da un luminare della psichiatria ma io invece sono convito di non essere un pazzo visionario. Certo che questo quadro catastrofico bisogna correggerlo con le cose belle di questa trasferta: la fiorentina a Barberino, la splendida compagnia e la sontuosa vittoria del Napoli. Con l’innesto di Fabio e Valerio la trasferta ci ha riservato nuovi spunti e vecchi aneddoti per ridere, sdrammatizzare e gioire ancora una volta. E’ inutile dilungarmi più del necessario ma vi assicuro che anche questa volta ne è valsa la pena!

    P.S. Dopo la nostra fugace permanenza nell’Hotel Principe c’è un ragazzo che a Parma è in cerca di lavoro. Non è molto perspicace ma è disposto a tutto, anche a farsi insultare e sottomettere dal capo. Ha una breve ma intensa esperienza come portiere d’albergo ma qualsiasi impiego è cosa gradita.

    ForzaNapoliSempre

  2. 2
    catapo Says:

    Come dimenticare la discutibile sciarpa comprata fuori al tardini, i dolori articolari, il pacchetto di sigarette che man mano si svuotava (grazie a tutti voi), la loquacità di polpetta (quando è sceso dalla macchina a milano c’è stato un boato che mi è sembrato quello sul gol di lavezzi).
    La partita è stata analizzata perfettamente da lapo. Applausi a scena aperta . Peccato che Cavani fosse squalificato. Al suo rientro, domenica, saprà rifarsi.
    Peccato, anche, per l’assenza del Mota. Probabilmente era infortunato.
    El Mota non si tocca

  3. 3
    taca Says:

    bellissimo articolo…complimenti al lapo che sembra essere dotato di nuova virtù giornalistica..bravo!!
    …tornando invece al tema centrale dell’articolo la partita di domenica sera davanti a tutta italia ha dimostrato una volta per tutte ed in via definitiva la nostra ambizione a partecipare alla competizione più ambita del momento da tutte le squadre europee.. e nonostante i giudizi volubili che cambiano di settimana in settimana noi ci crediamo e vogliamo vedere durante queste ultime 9 finali la grinta e la determinazione che il ns caro zio walter ha saputo impartire a tutti i componenti del calcio napoli…ho sentito in settimana commenti su giocatori prima criticati e poi lodati, su classifiche e pronostici impensabili ad inizio campionato…ma c’è stato anche chi ad una possibile partenza…preferirebbe che andasse via zio walter rispetto ad un giocatore tipo il pocho…io invece c’ho pensato e vi dico che preferirei la partenza del ns pocho a quella di mazzarri..!!! e sapete perchè ?? solo lui può assicurarci quella continuità e crescita che il DELA tanto si auspica…lui, il DELA, lo sa bene e cercherà in tutti i modi di non farsi fregare il nostro nuovo FERGUSSON….eh si!!!io mi auguro che walter diventi ALEX…si ALEX MAZZARRI è quello che voglio!!!tanti sono i campioni che hanno vestito la maglia dei reds negli ultimi 20 anni ma tutti questi giocatori hanno un solo ed unico comune denominatore…l’allenatore!!! YES!! COME ON ZIO ALEX !! LET’S GO IN CHAMPIONS!!!
    Forza Napoli Sempre

    p.s. (-3)…9:3=3..:-))!!

  4. 4
    dgiuffre Says:

    Caro Taca anche io penso che Mazzarri sia il vero artefice dei costanti e sorprendenti miglioramenti di questa squadra però penso che in questa occasione ha toppato. Anche io lo vorrei alla Fergusson ma sono sicuro che quest’ultimo, ad un ipotetico interessamento di Arsenal, Chelsea o Liverpool, non si sia mai permesso di rispondere: …MAGARI!?
    Si, perchè questa è stata l’affermazione del Mister a chi gli prospettava un futuro in bianconero… e non va bene! Il giorno dopo ha un pò corretto le parole ed ha cercato di riparare alla “scivolata” in cui è incappato. A nove giornate dalla fine di un campionato che comunque sarà straordinario ma che può ancora darti la possibilità di entrare nella storia, te ne esci con un… MAGARI!? Dopo aver visto cosa significa passare alla Merdentus per noi tifosi che ti abbiamo difeso, sostenuto e idolatrato, te ne esci con un… MAGARI!?
    Caro Mister per lei il Napoli in questo momento è il massimo:
    - ha nelle mani 25 giocatori che le danno soddisfazioni e che vorrebbero vincere insieme a lei;
    - ha alle spalle una società economicamente sana e forte, una società giovane ma ambiziosa come lei;
    - ha alle spalle una città intera che la sostiene, che la ama e che vive per il calcio come lei;
    - ha la possibilità di farci ritornare nell’olimpo del calcio italiano ed europeo come fece LUI!!!
    Allora come se niente fosse successo, affrontiamo queste nove finali con la giusta mentalità, vinciamole tutte e dopo i festeggiamenti che solo noi sappiamo fare voglio vedere se è capace di dire ancora… MAGARI!?

    ForzaNapoliSempre

  5. 5
    taca Says:

    non lo so cosa ha detto perchè io non c’ero in quella settimana ma mi piacerebbe riascoltare l’intervista perchè spesso le parole vengono interpretate male…cmq per domenica sera io vado in campo con
    DE SANCTIS
    SANTACROCE
    CANNAVARO
    ARONICA
    ZUNIGA
    PAZIENZA
    GARGANO
    DOSSENA
    HAMSIK
    CAVANI
    LAVEZZI

  6. 6
    giancarlo Says:

    Mamma mia Catapà , aropp tant anni ancora vaje a scrocco co’ e sigarett…VERGOGNA

  7. 7
    dgiuffre Says:

    DeSanctis AronicaCannavaroRuiz ZunigaGarganoPazienzaDossena HamsikCavaniLavezzi

  8. 8
    lapo2001 Says:

    Giancà, non hai idea. Scrocco su sigarette, cibo, acqua e biglietto della partita…
    Non inserisco la formazione perchè, a quest’ora, sarebbe ridicolo. Vero Catapo?

  9. 9
    catapo Says:

    sient, cerca di fare poco il ridicolo e ammetti che il sito domenica mattina non funzionava.
    E comunque, ho fatto 10 su 11 perchè davanti a tutti ho enunciato la mia formazione.
    GIANCA?, mi meraviglio di te. Dall’alto della tua vetusta età dovresti sapere che Lapo ha girato la frittata. So stati cazzi di finirmi due pacchetti di sigarette, nonostante fossero bagnate!
    Sta gente, Giancà, si fuma di tutto!

Leave a Reply

Archivi