Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Napoli – Bologna 1-1 | Salviamo Peter Pan

Napoli – Bologna 1-1

Posted by lapo2001 on gen 17th, 2012

Uploaded with ImageShack.us

XVIII Giornata
Napoli – Bologna 1-1(Acquafresca; Cavani su rig.)

Napoli – Bologna, una partita che non c’è mai stata.
Alla fine ho cercato in lungo e in largo il cartello “siete su scherzi a parte”, ma almeno al San Paolo non c’era. Tranquilli però, quella di ieri è stata una bufala, una farsa da un reality show. Cavani non era lui, non poteva essere lui. Non può un campione farsi notare solo per un tiro dal dischetto. Era Varricchio che ha anticipato il carnevale e s’è travestito da matador. Così come Hamsik. Sono convinto che si è trattato di un sosia, di un suo lontano parente che gli somiglia nelle movenze e nelle fattezze fisiche, ma tutti hanno capito che quel ragazzo con la cresta era un falso. Un’intera partita senza fare una(e dico una) giocata il vero Marek non l’ha mai disputata. E Maggio? Mai un affondo, mai un cross, mai una sgroppata. Chi era quell’impostore con la sua maglia?E Inler. Per quante volte è stato criticato in passato, mai lo si era visto così fermo, uno zombie senza una idea. Anche lui ha un fratello gemello? Così anche Campagnaro che non ha azzeccato un passaggio, nè un intervento o Dossena che ha giocato l’intera a gara a centrare l’uomo che gli era di fronte.
E nemmeno Mazzarri era lui. L’ho sgamato quando si è messo il giubbotto pesante. È chiaro che fosse un clone…

Nemmeno il freddo sugli spalti era reale. Nella città del sole e del caldo sono impensabili temperature scandinave e il San Paolo era solo un pezzotto. Quella fatiscenza non può essere di uno stadio che ospita la Champions. E nemmeno la notte mi ha fregato. Giocano tutti alle 15, perché mai avrei dovuto pensare che anche col Bologna ci è toccato il posticipo?

Dai forza, ditemi la verità ragazzi, ci avete voluto solo organizzare uno scherzo, vero?
Ok, ora uscite fuori e basta con le burle. Il gioco è bello quando dura poco e questo obbrobrio al massimo può durare 90 minuti.
Napoli a 8 punti dalla vetta e 5 dalla zona Champions. Avremmo dovuto parlare anche di Cavani che fa polpette della difesa bolognese e di Hamsik autore di una partita sontuosa. Ora io dovrei essere qui a ridere e prendermi gioco degli amici pallavolisti torinesi e a rispondere a chi imperterrito continua a dire che il Pocho non serve più. Questi dovevano essere gli argomenti di discussione. Gli azzurri sono ancora una volta imprendibili ed è appena finita la nuova puntata de “la grande rimonta”…
(Pausa)
…mi vien voglia di piangere invece. Preferirei un elettroshock o un vuoto di memoria o una bella pietra da mettere sopra questa partita così da seppellire anche la delusione e l’amarezza. Tutto sembrava propizio. Le altre che rallentavano e noi finalmente col filotto giusto a rispondere “presente” infondendo timore ed angoscia agli avversari. Col Bologna, unico imperativo era “vincere!”.
E’stata la partita più brutta dell’anno al San Paolo. Pronti via e la magia, la speranza e le luci della ribalta, si sono fulminate.
Ciò a cui abbiamo assistito è esattamente l’opposto di ciò che doveva essere. Quello non è stato il vero Napoli, è inutile che cercate di convincermi, tanto non ci credo. Il Napoli, anche nelle partite più brutte, mai si è espresso così. Senza un minimo di gioco, senza una idea, senza una palla a terra, senza niente. Una squadra senza capo nè coda, i cui i calciatori, in fase passiva, rincorrevano la palla e gli avversari a casaccio, con approssimazione e confusione e, in fase di possesso, senza una idea o un lampo. Niente. A Pioli non gli sarà parso vero. E nemmeno a me. Invece di affrontare una corazzata, s’è trovato di fronte un’armata brancaleone che alla fine, non so come, è riuscita pure a strappargli un punto.
Nemmeno con la Fiorentina o nella gara persa col Parma si erano visti così tanti errori.
In 90 minuti, tiri nello specchio della porta felsinea: 2(uno dei quali di Aronica da 30 metri). Inler, voto 3; Cavani, voto 3; Hamsik, voto 1. De Sanctis che ha continuato a rinviare il pallone lontano, quando di testa non la prendiamo mai. Per un attimo ho rivisto i fantasmi di Gatti e di Lacrimini e alla fine della gara, ho chiesto all’amico Minao di darmi un pizzico, sperando che si trattasse solo di un incubo o degli effetti deliranti dovuti al gelo…

La rabbia fa brutti scherzi, soprattutto quando le aspettative vengono disilluse così. Ma si tratta di momenti. Non sto pensando che siamo da buttare o che sia in corso una crisi. Il buono e il bello che questa squadra ha saputo costruire in così poco tempo, non può essere scalfito dalla partitaccia di ieri. Ma è innegabile che abbia lasciato un grande amaro in bocca. Più delle altre volte. Molto più. Potevamo essere lì, a far sentire il nostro fiato e il nostro urlo. Se ci fosse stata la possibilità ieri avrei cambiato quasi tutti, anche Mazzarri, anche Frustalupi e l’intero staff medico. Anche Aurelio, lo speaker e il San Paolo. Avrei cambiato ogni cosa, anche il luogo e il tempo. Anche me stesso. Perchè non è così che doveva andare…ora avremmo dovuto parlare d’altro…

Per quanto io possa sforzarmi di trovare qualcosa di buono, riesco a rincuorarmi solo pensando che tutto ciò a cui ho assistito ieri, non può essere vero. Del mio Napoli, ieri, non c’era niente.

Ma 3 cose le salvo: Non abbiamo perso. Pandev, predicatore nel deserto. Non ho la bronchite.. Tutto il resto è da dimenticare alla svelta e da non ripetere.

Orgoglioso di voi per tutto ciò che avete fatto e per ciò che farete, ma la prestazione di ieri è stata orribile.

Diciamo che ognuno di noi ieri ha dato il peggio di sé. E questo non accadrà più.
Guardiamo avanti, riprendendo il cammino e il morale da Siena. Io ci sarò, il Pocho ci sarà. E non scherziamo più, eh.
Sono ancora incazzato. Troppo.

Forza Napoli Sempre
La 10 non si tocca.

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

2 Responses to “Napoli – Bologna 1-1”

  1. 1
    dgiuffre Says:

    Che delusione!!! Inler la più grande delusione degli anni di DeLaurentiis. L’anno scorso dopo una partita del genere avrei detto che c’era confusione in campo dal primo all’ultimo minuto. Avrei commentato che mancava un giocatore di qualità, uno che dettava i tempi e cercava in qualche modo di guidare l’intera squadra con la sua tecnica e la sua personalità… purtroppo ad oggi ancora non lo abbiamo! Sostengo ancora che Inler sia uu buon acquisto e soprattutto un buon giocatore forse ha solo bisogno di tempo, speriamo!
    Mi dispiace solo dover confermare quello che ho sostenuto fino alla nausea tempo fa: “se il Napoli a gennaio dell’anno scorso acquistava Inler non avrebbe vinto il campionato”! A questo punto aggiungo che forse non andavamo neanche in Champions.
    Comunque FORZA INLER e FORZA NAPOLI SEMPRE!

  2. 2
    inizooqt Says:

    [url=http://prednisone-order-20mg.com/]Prednisone[/url] Viagra Pills http://cialis5mg-20mg.com/

Leave a Reply

Archivi