Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Napoli – Cagliari 2-1 | Salviamo Peter Pan

Napoli – Cagliari 2-1

Posted by lapo2001 on mar 21st, 2011

Uploaded with ImageShack.us

XXX Giornata
Napoli – Cagliari 2-1 (Cavani su rig., Cavani; Acquafresca)

Lo so. Io e te in questi lunghi mesi ci siamo scontrati e scornati praticamente su tutto. A partire dal mercato estivo, sui paroloni del presidente e sul traditore di Elfsborg fino ad arrivare al provincialismo dello zio Walter e alle questioni di etica e di importanza del Pocho per questa squadra. Lo so, probabilmente non ci siamo nemmeno troppo simpatici. Ogni argomento l’abbiamo osservato e giudicato sempre da posizioni opposte. Ci siamo punzecchiati, scontrati e colpiti costantemente. Lo so. Però ora calma. Ora guardiamoci negli occhi senza parlare e pensiamo insieme: mentre noi ci aggrovigliavamo nei nostri pensieri e ci incazzavamo per le nostre idee contrastanti, questa squadra ha superato le difficoltà iniziali e ha iniziato a correre e a giocare sul serio a calcio. E sempre mentre noi ci alteravamo, beccandoci anche qualche censura o addirittura una querela, sempre questi ragazzi, se ne sono fregati di noi e delle nostre critiche e oltre a giocare hanno cominciato anche a vincere. Poi, qualche presumibile battuta d’arresto generale con umani cali dei singoli e di nuovo a macinare vittorie su vittorie e ancora una volta a respirare quell’aria fresca e pura che si propaga oltre le nuvole, oltre l’inimmaginabile. Lassù ove il ciuccio osa e vola. Diciottesima vittoria, un altro tabu infranto, De Sanctis che batte il record di Castellini, Cavani eguaglia Vojak e la squadra raggiunge 59 punti. Praticamente gli stessi totali della passata stagione. Il tutto, rischiando uno strabismo acuto nel guardare con un occhio chi ci è sotto e con l’altro chi ci e sopra che si avvicina magicamente giornata dopo giornata. Sì, questa squadra ci ha sempre creduto nel sogno e, oggi più che mai, dobbiamo stringerci e difenderla. Tutti. Sì, anche io e te. Anche noi che abbiamo maledetto Zuniga come trequartista e Sosa per la sua estenuante lentezza. Anche noi che, tra l’altro, non ci stimiamo affatto.
Mettiti qui vicino a me, incollati al mio braccio e non mollarlo mai. Lega di più, non deve passare uno spiffero, un alito, ti devi attaccare. Dobbiamo essere un muro, un fortino. Ci dobbiamo trasformare in una barriera di 6 milioni di anime, chiudere gli occhi e sempre senza parlare, stringerci e sognare insieme a chi ci ha permesso di nuovo di farlo. Otto finali, due mesi, un desiderio e accada quel che accada. Solo all’ultimo minuto dell’ultima finale poi, ci staccheremo, riapriremo gli occhi e ci renderemo conto se quel sogno si sarà materializzato in qualcosa di reale e magari pluricolorato. Allora che aspetti? Stringi di più. Già immagino le notizie in questi 15 lunghissimi giorni di sosta. In copertina, sul corsera, vedo con la mente la faccia di Mazzarri con un titolone a caratteri cubitali che recita “Inter-Walter: è fatta” con un piacevolissimo pezzo dell’altrettanto simpaticissimo Costa che svela il retroscena dell’accordo per il prossimo anno in seguito ad un incontro segreto notturno tra il nostro amato mister e Titti Moratti. Immagino ancora foto e video inviati da Mediaset come prova di qualche notte brava di Lavezzi e Mazzoni che si è spacciato per De Sanctis nel bel mezzo di un bunga bunga alcoolico tra palleggi e falli di mano. Per non parlare poi, delle polemiche che si vorranno far scatenare per l’improvvisa e misteriosa assenza di Gargano ieri sera al San Paolo. In questi giorni leggeremo la verità: “Mazzarri infuriato ha cacciato Gargano dall’allenamento in seguito ad una punizione dal limite che ha frantumato un finestrino della Bmw dell’allenatore parcheggiata nello spiazzo fuori Castel Volturno. Bigon si sta adoperando per ricucire lo strappo e per cambiare il vetro”. Saranno giorni difficili e destabilizzanti, prepariamoci. E più andremo avanti, più sarà arduo restare con i nervi saldi. Vorranno gravarci di una pressione mostruosa. I media, sui giornali, nel web, non si parlerà d’altro. Per cui, insisto, attaccati di più. Difendiamo fino alla fine la nostra squadra. Difendiamo fino alla fine il nostro sogno. Senza far troppo rumore. Io e te. Noi. Tutti. Unità. Unità. Quella vera.

Per la banda: sta per iniziare il meteo. Mancano Taca e il minao.

Forza Napoli Sempre

La 10 non si tocca.

15-05

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

10 Responses to “Napoli – Cagliari 2-1”

  1. 1
    dgiuffre Says:

    Caro Lapo non pensare che anche io come altri ho abbandonato il sito e la rubrica dedicata al nostro amato Napoli. Non pensare che io non voglia scrivere un commento sulla partita ma il problema e che sono troppo combattuto: Essere o non Essere… scaramantico fino alla fine???

    8 le vittorie in trasferta, 22 i gol del Matador, 59 i punti in classifica, 798 i minuti di imbattibilità di DeSanctis… questi sono solo alcuni dei tanti numeri sorprendenti di questo Napoli. Continua a sbalordire e a spiazzare gli esperti, i statistici, i bookmakers, continua a far saltare quote, continua a far stracciare tabelle, continua a regalarci gioie incredibili. Non ce la faccio più a sentire pronostici e proiezioni finali mi è venuto il prurito e l’allergia; mai come questa volta maledico la sosta, vorrei che si giocasse ogni 2 giorni per finire questo campionato in 15 giorni per non sentire, per non avere il tempo di mettermi a pensare a quello che stiamo combinando. Ho pensato di chiudermi in casa, smontare il decoder, sospendere la connessione internet, tirare fuori vecchi libri già letti, darmi al bricolage, al giardinaggio. Ti prego Lapo capiscimi vorrei parlare d’altro…

    ForzaNapoliSempre

  2. 2
    catapo Says:

    Anche io sono per far calare un intelligente silenzio sul Napoli. Facciamo come Nunzet, diamoci alla pallavolo, alla serie c, a qualcosa di diverso. Tanto, il meteo è stato consegnato da tutti (vero Taca e Minao?), e non siamo in grado di cambiare il corso degli eventi. Alla fine, io sicuramente sarò contento.
    El Mota non si tocca

  3. 3
    taca Says:

    prima di tutto ci tengo a sottolineare che il meteo è pronto da una settimana in una busta chiusa…solo che nessuno viene a ritirarla…un pò come la raccolta differenziata carottese….ci sono i giorni stabiliti ma nessuno passa…sarà mica una tradizione carottese questa ??mah!! io comunque sono sempre nel nuovo ufficio aspettando che qualcuno passi!!!

    Ho letto con attenzione il commento del lapo, del giuffr e del catapo milanese detto IVAN ( dopo la partita con il Cagliari ho capito il perchè…) ed osservo con piacere che un pò superstiziosi lo siete diventati tutti…IO INVECE NOOOO..:-)))
    ma stiamo scherzando ?? gli stessi punti dell’anno scorso con 8 giornate ancora da giocare…record che vengono battuti oppure eguagliati con una facilità impressionante…entusiasmo alle stelle come ai tempi di LUI….io so solo una cosa..l’importante è lottare sempre fino alla fine..perchè comunque vada sarà sempre e solo un successo !!!

    P.S. abbiamo raggiunto lo 0…!! ma il -14 non ci da ancora la matematica certezza..

  4. 4
    taca Says:

    ALT TUTTI!!! mi sono dimenticato la cosa più importante e cioè l’esperienza avuta in CURVA A contro il Cagliari con il catapo milanese detto IVAN O TERRIBIL’ da San Giuseppe con furore!!!
    Incominciamo con il dire che una volta fuori la Curva A mentre siamo ormai a metà fila ( per cosi dire..) aprono all’improvviso un varco e lui forte di un passato ultrà ci dice andiamo di qua che facciamo prima..volete sapere cosa era?? entrata riservata ai possesori della tessera del tifoso..!! e così mentre lui entra tranquillamente noi dobbiamo rifare la fila cercando di non farci rubare il posto anche se è praticamente impossibile…cmq passati i controlli ci si ritrova davanti un enigma partire da sotto per poi raggiungere i livelli alti della Curva A oppure andare direttamente su ?? per cosa ha optato IVAN?? ovviamente per la prima opzione…per fortuna che io ricordandomi i tempi passati gli faccio cambiare idea…e devo dire fortunatamente!!! perchè appena finiamo l’ultima rampa di scale ci troviamo un muro disumano di persone…le scale d’emergenza non si capiscono dove possano essere..le uscite neanche…neanche oso immaginare i bagni dove siano e in che condizione.!!!
    Ovviamente IVAN di San Giuseppe aveva un appuntamento con un suo caro amico che avrebbe dovuto mantenerci i posti..direte voi..ma come si fa a dare un appuntamento in Curva A??ebben Ivan può e sopratutto riesce a trovarlo passando e facendoci passare su sediolini, scarpe, persone…ma alla fine devo ammetterlo ci porta al punto d’incontro fissato con il suo amico nel punto più alto dello stadio…diciamo che la visuale era perfetta solo un pò lontani dal campo di gioco ma in posizione centrale…devo anche ammettere che i 2 goals del Napoli ( sopratutto il secondo…) si sono visti benissimo !!! GRAZIE IVAN!!

    Ma Ivan è IVAN…ed io avevo sentito tanto parlare di Ivan e le sue famosa gesta…e devo dire che non se ne è persa una di canzone!!! Ebbene si le sa tutte…con una predilizione per quelle iniziali contro polizia, carabinieri, maroni, etc,..ma la vera chicca è che lui, IVAN, riesce mentre canta a squarciagola anche a commentare( e che commenti…ragazzi!!!!) le azioni del napoli…a bestemmiare l’arbitro, cellino,e tutti i calciatori del cagliari…INCREDIBILE!!

    VEDERE PER CREDERE!!

    Ci tengo però a sottolineare un particolare che ho molto apprezzato in Curva…e cioè l’assenza totale dell’ALLENATORISMO…malattia grave che attecchisce sopratutto in particolari settori del San Paolo come le tribune ( nisida non esclusa…) ed i distinti!!! A parte il catapo senti pochissimi commenti negativi sui giocatori del Napoli in caso di un passaggio sbagliato, etc….è anke vero che determinate persone vanno in curva e non conoscono neanche le regole…ma questo è un’altro discorso…!!

    A parte tutto ringrazio pubblicamente il CATAPO per avermi dato quest’opportunità… MI SENTO UN FORTUNATO E SPERO PRESTO DI POTER RIVEDERE IL CATAPO A NAPOLI..:-)) torna presto Ivan…staì curvA’ aspett’ a te’!!!:-))

    p.s. prossimamente su questi schermi avrete anche una prova di IVAN all’azione…aspettate gente…:-))

  5. 5
    lapo2001 Says:

    Nel rileggere il tuo racconto, o Taca, mi è quasi venuta la nostalgia. Non della curva ovviamente, ma di Ivan nella curva. Quest’anno l’ho potuto godere effettivamente solo a Cesena. Quando ad un certo punto è scomparso e sono riuscito a capire dove fosse solo perchè mi arrivavano sms di amici con scritto: “ma quello dietro la porta del Cesena è catapo?l’ho visto su sky”. Nelle trasferte di Udine e Parma ha dato poco o niente a causa del tempo e in quelle milanesi c’è stato ben poco dire.
    Eh sì, mi son venuti in mente bei ricordi curvaioli. Tipo l’1 a 5 col Bologna nella A o un 1 a 1 col Cittadella in B. In quella occasione, in tutto lo stadio, eravamo una cinquantina. Compresi i calciatori e Ivan naturalmente.

  6. 6
    catapo Says:

    Questi attestati di stima mi riempiono di gioia, di orgoglio e non nascondo la nostalgia per gli anni passati in curva a (ovviamente, nostalgia solo per ciò che succedeva in curva, non certo per i risultati del campo che erano a dir poco inenarrabili).
    Credo proprio che la Tribuna Nisida non mi vedrà più…a malincuore, dovrò allontanarmi con i miei amici di mille s.venture…ma non posso tollerare gli allenatori da tribuna.
    TUTTI A BOLOGNA (P.S. NEL SETTORE OSPITI)

  7. 7
    dgiuffre Says:

    Formazione:
    DeSanctis CampagnaroCannavaroAronica MaggioPazienzaGarganoDossena HamsikCavaniLavezzi

  8. 8
    catapo Says:

    de sanctis
    campagnaro
    cannavaro
    ruiz
    maggio
    pazienza
    gargano
    dossena
    hamsik
    cavani
    lavezzi

    EL MOTA NON SI TOCCA

  9. 9
    taca Says:

    la fomazione anti reja….

    De Sanctis
    Campagnaro
    Cannavaro
    Aronica
    Maggio
    Gargano
    Pazienza
    Dossena
    Cavani
    Hamsik
    Lavezzi

  10. 10
    lapo2001 Says:

    De Sanctis Campagnaro Cannavaro Ruiz Maggio Pazienza Gargano Dossena Hamsik Lavezzi Cavani

Leave a Reply

Archivi