Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Napoli – Catania 1-0 | Salviamo Peter Pan

Napoli – Catania 1-0

Posted by lapo2001 on feb 21st, 2011

Uploaded with ImageShack.us

XXVI Giornata
Napoli – Catania 1-0 (Zuniga)

Credo che questa partita sia stata un po’ come tutti ce la aspettavamo. Alla vigilia, il calo di tensione della squadra, penso che sia stato il timore comune. Il grande frastuono provocato dalle porcherie giudiziarie di questa settimana poteva aver distolto un po’ l’attenzione di tutti dal campo e dal prossimo “abbordabile” impegno. A ciò, si è aggiunta la forzata assenza di Lavezzi che lascia sempre un vuoto incolmabile soprattutto quando le difese si dispongono con 10 uomini dietro la linea della palla a distanza di 3 metri l’uno dall’altro e il pensiero inevitabile al super Monday Night prossimo contro il Milan che ha dato luogo a calcoli volti al risparmio energetico e stime comportamentali per evitare di giungere alla partitissima di San Siro completamente mutilati. I ragazzi invece hanno risposto sul campo come dovevano. Col gioco, con la lotta o con la natica, l’unico obiettivo era vincere. Non dando importanza al modo, magari anche con un rigore o con autorete, ma mentalizzati solo sulla e per la vittoria. Difatti, si è lottato, si è rallentato, si è sofferto e si è vinto. Dimostrando e mostrando ancora di più, una maturità, che è la mia vera speranza per i prossimi tre mesi e mezzo, e quella mentalità operaia che vive nel profondo delle grandi squadre e che si tira fuori quando c’è da fare i tre punti senza particolari ricami ma con il minimo indispensabile. Cioè, sfruttando l’episodio e poi gestendo e difendendo con i denti il risultato. Ed è andato tutto secondo copione. Uno a zero striminzito e faticoso ieri al San Paolo contro il Catania, ma un uno a zero che vale ancora secondo posto, vale sempre meno da tre dalla vetta e soprattutto vale più otto dalla quinta, a dodici giornate al termine del campionato.
Nel Camillo-day, il Napoli ha aggiunto un altro tassello importante per la propria crescita e per gli obiettivi futuri. Crescita che nello specifico, in questo lasso di tempo, si sta palesando per Santacroce(a parte i soliti 5 minuti di black-out), sempre più determinato e preciso negli anticipi e soprattutto per Zuniga che, ripeto, mi sta meravigliando oltre ogni più rosea aspettativa. E’ oramai un suo lontano parente quel goffo, spesato e fumoso tarchiatello colombiano, su cui invece ora, e fino alla fine, si potrà contare. Crescita che spero si potrà inoltre notare presto anche per Mascara, il cui vero valore è ancora inespresso, e se è possibile anche per Sosa, la cui tecnica non riesce ha debellare in alcun modo l’estenuante lentezza. Sì, sono contento ed orgoglioso di questa squadra. Mi piace ogni giorno di più. Mi piace perché al di la delle chiacchiere, dei moralismi e degli inequivocabili soprusi, fin quando il gioco si svolgerà esclusivamente e correttamente dentro e non oltre il rettangolo di gioco, i nostri ragazzi hanno dimostrato che possono competere e vincere contro chiunque. E da oggi, ne sono ancora più convinto. Se poi, fuori, in qualche aula o salotto del nord, si deciderà insindacabilmente che il nostro diritto alla difesa non sarà riconosciuto nemmeno in campo, allora leghiamo le mani al portiere o chiudiamo più semplicemente baracca e burattini e dedichiamoci al Wrestling. Per lo meno, su quel ring, la farsa la conoscono tutti. Non può essere sentenziata da un giudice o un arbitro. E in tutti i casi, anche i più eclatanti, la prova tv non è ammessa.
Lunedì, si capiranno molte cose. Molte.

Per ora, si vola in Spagna. Giovedì, c’è il Madrigal che ci aspetta. Andremo a Villareal consapevoli della nostra forza e consapevoli che sarà una partita di calcio, solo e semplicemente una partita di calcio. Questo già di per sé, è un elemento che mi mette più serenità e mi dà più fiducia. Al di la del risultato.

Una curiosità, ma nella pallavolo si può toccare la palla con i piedi? Sono sicuro che Rubinho, in un’azione di gioco, dopo il bagher, abbia sfiorato la sfera con il pollicione destro. Si può chiedere l’intervento della prova tv?

Per la banda. Formazione scesa in campo: De Sanctis, Aronica, Cannavaro, Santacroce, Zuniga, Yebda, Pazienza, Maggio, Sosa, hamsik, Cavani.

Catapo:10.
Lapo:8.
dgiuffre: N.P. (ammunito)
Taca(ultimo):11.

Forza Napoli Sempre

La 10 non si tocca.

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

9 Responses to “Napoli – Catania 1-0”

  1. 1
    dgiuffre Says:

    …e se l’obiettivo lo rangiungessimo proprio grazie al contributo dei tanto bistrattati e criticati rincalzi? Il calcio è libertà di parola e di opinione, tutti ne hanno una e centomila e giorno dopo giorno, da un momento all’altro la cambiano e la ricambiano. Strana però è una piccola precisazione che chiude ogni dibattito calcistico, quasi come se fosse un intercalare; da Peppe il Chianghiere a Mario Sconcerti tutti finiscono ogni discorso con: siii ma il Napoli non ha una panchina all’altezza dei titolari!!!
    Sosa, Yebda e Cribari sono stati messi alla gogna ancor prima di vederli giocare e Zuniga e Santacroce erano considerati una zavorra di cui privarsi quanto prima. Tutti però, a conti fatti, in tante o rare apparizioni in cui sono stati chiamati in causa non hanno demeritato o quantomeno non hanno inciso negativamente. Solo di tanto in tanto si sente qualche apprezzamento sul fisico di Yebda o il tocco di palla del Principito e di Camillone l’ultima considerazione era di un bravo giocatore da non impiegare però sulla fascia sinistra.
    Anche ieri i “famosi” rincalzi hanno smentito tutti e questo Napoli contro ogni pronostico di questa estate sta lì, lì sopra a lottare per un obiettivo che solo sulla carta non ci spetta. I rincalzi sono rincalzi in quanto tali, disposti a sedere in panca e ad essere pronti a non far rimpiangere i titolari alla prima occasione (vedi un pò cosa succede alla Roma). Non più di tre giorni fa avevo invitato altri a trovare la via del gol e a cercare di essere decisivi nel giorno in cui il tridente non fosse in giornata considerandolo come uno step importante per il raggiungimento di certi obiettivi.
    Continuiamo così che la quinta è più lontana, continuiamo così e se tutto va bene a fine campionato tutti, dal chianghiere all’esperto, diranno: ahahah ma io è da Luglio che sto dicendo che il Napoli è fortissimo!!!

    ForzaNapoliSempre

  2. 2
    taca Says:

    e che c’è da dire ragazzi…cambiano i giocatori fortunatamente non l’allenatore…ma i risultati non cambiano!!! Mancano ancora 2 partite prima che mi possa finalmente pronunciare in merito al nostro Napoli ma sai cosa vi dico…siamo in ballo su due fronti e balliamo così fino alla fine!!! Voglio rivedere al più presto la danza macarenica di Camillo Benso conte di colombia…che ovviamente non deve fare altro che ringraziare Zio Walter che è riuscito a trasformare cient’ fint’ in goleador!!!Io continuo a credere che sulla destra renderebbe di più ma giustamente ad un Maggio così non puoi tenerlo in panchina!! Continua così zio Walter che noi i veri IRRIDUCIBILI ti seguiremo anche in terra valenciana tra una paella, una torrada ed un gaspacho andaluso torneremo a casa sicuramente con qualche chilo in più e speriamo anche con qualcos’altro..:-))!!!

    Nel frattempo vi anticipo la formazione antichievo:
    De Sanctis
    Campagnaro
    Cannavaro
    Ruiz
    Maggio
    Gargano
    Pazienza
    Dossena
    Lavezzi
    Hamsik
    Cavani

    Un a

  3. 3
    lapo2001 Says:

    ovviamente l’aereo è già in ritardo… Formazione: de sanctis, campagnaro, cannavaro, santacroce, dossena, gargano, pazienza, zuniga, hamsik, lavezzi, cavani.

  4. 4
    dgiuffre Says:

    DeSanctis CampagnaroCannavaroRuiz MaggioGarganoYebdaDossena LavezziCavaniHamsik

  5. 5
    catapo Says:

    de sanctis
    campagnaro
    cannavaro
    ruiz
    dossena
    zuniga
    yebda
    pazienza
    sosa
    hamsik
    lavezzi

  6. 6
    TACA Says:

    scusate ma avevo dimenticato la solita formazione avversaria ma aspettavo di arrivare in terra iberica…

    Diego Lopez
    Mario
    Gonzalo
    Musacchio
    Capdevilla
    Cani
    Borja Valerio
    Bruno
    Cazorla
    Rossi
    Nilmar

  7. 7
    catapo Says:

    qualcunmo può spiegare a taca che della formazione avversaria noln ce ne può fregare di meno?

  8. 8
    taca Says:

    qualche settimana fa qualcuno ha annunciato un nuova rubrica…il famoso meteo del catapo..son passate ormai 3 settimane ma di questa rubrica tanto attesa nemmeno l’ombra.. ( diciamo pure che ha fatto la fine del maxischermo del San Paolo…)…cmq a proposito di meteo stiamo per andare in spiaggia della malavarosa per degustare una buona paella di pescado accompaganto da una bella bottiglia di cava(ni) ad una temperatura che sfiora i 24 gradi…

  9. 9
    catapo Says:

    il meteo del catapo è in elaborazione. e’ un passo importante, non posso permettermi errori. pazientate ancora un pò. Bevete anche per me un pò di cava, beati voi
    DESTINAZIONE DUBLINO

Leave a Reply

Archivi