Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Napoli – Lazio 4-3 | Salviamo Peter Pan

Napoli – Lazio 4-3

Posted by lapo2001 on apr 4th, 2011

Uploaded with ImageShack.us

XXXI Giornata
Napoli – Lazio 4-3 (Dossena, Cavani 3; Mauri, Dias, Aronica aut.)

Sabato scorso ho visto l’intervista televisiva a Cavani su Sky ne “I Signori del calcio”. Nelle battute finali, inevitabile è stato il paragone da parte del cronista agli anni d’oro e all’accostamento a Lui. Il Matador con l’umiltà del piccolo grande uomo ha sorriso divertito e non ha abboccato ad un confronto che oggi non può appartenergli. Ha evidenziato l’inarrivabilità ma, allo stesso tempo, si è augurato di lasciare un grande ricordo, un segno, un sogno e qualcosa d’importante alla città e ai tifosi, così come furono capaci i nostri indimenticabili campioni più di vent’anni fa.
Ha parlato di qualcosa d’importante. Ha parlato pacato e tranquillo. Ha parlato di ricordi. Io non so precisamente di cosa stesse parlando e faccio finta di non volerlo sapere. Mi vengono in mente una ad una, a partire dalla doppietta di Elfsborg, le 32 gemme che ci ha regalato nella stagione. Ed alcune delle quali, nel ricordarle, mi rievocano le stesse emozioni di quando le ho vissute. Penso alle mirabilie vissute dietro la porta di Antonioli a Cesena, al silenzio incredulo dopo la pennellata di Utrecht, alle lacrime, inginocchiato davanti alla tv, dopo il prodigio dell’ultimo secondo contro il Lecce o alla pancia piena, ma mai sazio, dopo il tuffo elegante che sanciva la prima tripletta in campionato e un 3 a 0 netto alla Vecchia umiliata. Mi vengono in mente velocemente gol ed emozioni, immagini e ricordi. Se poi, al momento dell’intervista, si è riferito a qualcosa di simile alla partita di ieri, allora ha di gran lunga superato il suo intento e le mie aspettative. Pur non essendo una finale o una gara che assegnava un titolo, per me, ha già raggiunto l’immortalità. La quarta tripletta stagionale(e quarto pallone portato a casa) lo insigna di diritto in cima alla storia dei bomber azzurri di tutti i tempi e soprattutto ha inciso nella mia memoria un marchio indelebile rappresentato da un 4 a 3 che per essere raccontato ci vorrebbero 20 articoli o 20 giornali. L’incornata sottomisura, il rigore e la palombella capolavoro fotocopia della rete col Cagliari, oltre la fattura, sono i gol che rappresentano un miracolo emotivo che questa incredibile squadra ancora non ci aveva fatto assaporare: la doppia rimonta, realizzata molto probabilmente, nella partita più importante degli ultimi quattro lustri. Io sinceramente, nonostante ci abbiano abituato a remuntade impossibili, tabù atavici abbattuti, e successi agguantati al cardiopalmo, una partita con emozioni così altalenanti, con il cuore che ha rimbalzato impazzito dalle cazette alla gola sino ad esplodere di gioia, non la ricordo. Se penso alle gloriose giornate del passato, mi viene in mente uno 0-2 divenuto 3-2 contro la Fiorentina di un super Baggio, ma non era la partita dell’anno e, pur vivendo una simile agonia tramutatasi in felicità, non ebbe lo stesso assurdo iter emozionale. Qui parliamo di qualcosa che va oltre l’immaginabile. Parliamo di morti seppelliti che resuscitano. Di invincibili Highlanders.

Caro Matador, i ricordi e le sensazioni che ci regalarono i grandi del passato hanno fatto la storia e resteranno appesi in eterno alla nostra piccola, ma leggendaria bacheca, ma ti garantisco che questo 4-3 e i tuoi gol, hanno già una pagina nel libro di storia di questo glorioso club a prescindere dal segno, dal sogno e dal “qualcosa di importante”. Poi, potrebbe colorarsi e diventare un capitolo, un libro o uno spettacolo teatrale se il tuo desiderio verso la città e noi tifosi si compia per intero. Ma ti ripeto, non so di cosa tu stessi parlando e ti ripeto, faccio finta di non volerlo sapere. Sei immenso.

Forza Napoli Sempre

La 10 non si tocca.

15-05

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

6 Responses to “Napoli – Lazio 4-3”

  1. 1
    dgiuffre Says:

    Mi ci sono voluti 2 giorni per rendermi veramente conto di quello che sta succedendo. La vittoria rocambolesca non è il solito colpo di fortuna o la dimostrazione di crederci fino al 90°, questa è una chiara dichiarazione di guerra. Caro Milan in questo campionato, come dicono in tanti, mediocre lo “sc…tto” te lo devi sudare fino alla fine. Tracciate ogni tabella per questo Napoli sorprende ogni giorno di più. Annulla praticamente tutti i record del passato, abbatte ogni tabù, riesce a ribaltare partite storte con una convizione da super squadra (voglio esagerare ma a me in certe occasioni sembra l’Inter di Mou). Questi vanno oltre tutto: li abbiamo paragonati a mostri o alieni, ci siamo aggrappati alla scaramanzia, abbiamo scomodato i santi, qualcuno giura di aver visto Gesù compiere miracoli a Fuorigrotta. Noi tifosi adesso possiamo sognare, anzi abbiamo l’obbligo di crederci perchè mi sa che loro in campo ci credono ancor più di noi!

    ForzaNapoliSempre

  2. 2
    catapo Says:

    questa è la partita che rimarrà nella bacheca del napoli, affiano a quelle dell’inarrivabile. é un pezzo di storia, come abbiamo già detto.
    Certo che ci crediamo….eccome se ci crediamo…anche se non avessimo l’obbligo, ci crederemmo lo stesso. Fare le pagelle per questa partita mi sembrerebbe diseducativo e limitante per alcuni.
    tutti a Bologna (e quando dico tutti, ovviamente, mi riferisco ai soliti noti…)
    EL mota non si tocca

  3. 3
    dgiuffre Says:

    DeSanctis CampagnaroCannavaroAronica MaggioPazienzaYebdaDossena SosaHamsikLavezzi

  4. 4
    catapo Says:

    questa la formazione che schiereà il mister
    de sanctis
    campagnaro
    cannavaro
    aronica
    maggio
    yebda
    pazienza
    dossena
    zuniga
    hamsik
    lavezzi
    Quella che schiereri io sarebbe con ruiz al posto di aronica, mascara al posto di zuzu, e gargano al posto di pazienza
    EL MOTA NON SI TOCCA
    Catamano

  5. 5
    taca Says:

    Tutti in treno a BOLOGNA!!!! Viva i Divanini…allievi di DIVAN!!!

  6. 6
    lapo2001 Says:

    De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Aronica, Maggio, Yebda, Gargano, Dossena, Mascara, Hamsik, Lavezzi.

Leave a Reply

Archivi