Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Io sò marinaio! | Salviamo Peter Pan

Io sò marinaio!

Posted by lapo2001 on dic 3rd, 2008

Uploaded with ImageShack.us

Porto di Sorrento.
In attesa di prendere l’aliscafo per Napoli e in tensione perchè il mare è abbastanza agitato(ci sono le famose onde lunghe), vado avanti e indietro nervoso per tutto il molo, abbasso la testa e guardo per distrarmi le mie belle e nuovissime polacchine. Soffro il mare, purtroppo. Quando ci sono queste situazioni preferisco sempre essere da solo, è come quando la mattina devi prendere il treno è hai un sonno allucinante. Una persona che vuole dialogare la maledici. Quando si soffre, l’unico desiderio è quello di schiattare nell’angolino da soli…

Puntualmente, incontro poco distante dalla biglietteria tre miei amici, più un quarto a me sconosciuto. Costui è felice, il tipico malato di ottimismo. Penso: ma cosa c’avrà da ridere se tra poco ci troveremo nel bel mezzo di una montagna russa acquatica?!Boh!

Pietro, uno dei tre, si avvicina per salutarmi e immediatamente si accorge del mio stato agitato(che qui ci sta proprio bene!). Gli spiego delle mie difficoltà ad affrontare mezz’ora di voltastomaco e della mia voglia di rimanere solo. Non si finisce nemmeno di parlare che l’happyman interviene senza presentarsi: ma dai, che cos’è un pò di mare?Io la notte, vado a pescare con mio zio in mezzo alle tempesta, con i mostri marini, con la barca che sembra spezzarsi. Ahahah. Io sò marinaio!

E ride. Continua a ridere sino a dentro l’aliscafo. Mi siedo nelle file centrali, un pò spostato nella parte posteriore e candidamente gli altri si accomodano accanto a me, noncuranti del mio assoluto desiderio. E chi mi capita vicino, vicino? L’allegro pescatore di piovre notturno! Il quale inizia una nenia esasperante, farcita di 200 domande al minuto: che fai?dove vai?vai a Napoli per visitare il Colosseo?quanti denti piombati hai?ti mangi le unghie? ecc ecc

Alle mie non-risposte comprende che il mio problema di mal di mare è reale. Dall’oblò si riesce a vedere il fondo. Non contento(si fa per dire!?), ritorna sull’argomento: ma lo sai che una volta, a largo di Capri, mentre eravamo a totani, giunse una tromba d’aria che fece cadere mio zio dalla barchetta? Ahahah, che risate! Lo stavamo perdendo! E lo sai, che un’altra volta per tornare dai Galli ci mettemmo 3 giorni?Muri di acqua salata ci impedivano di muoverci. E ballavamo, ballavamo. Ahahah, non hai idea delle risate! E in più, mio zio portava sempre i panini con la parmigiana di melenzane. Non li faceva mai condire. Perchè ci pensava il mare.Ahahah. Ma siamo sempre tornati freschi come le rose. Io sò marinaio.

Più parla delle sue esperienze da Sampei e più si gonfia di orgoglio. Si atteggia a vecchio lupo di mare. Non potendone più, proprio mentre una di quelle onde lunghissime mi fa scivolare sotto al seggiolino e con quel vuoto che si crea nello stomaco sino a salire nella gola, gli chiedo gentilmente di tacere! Ormai sono pronto per scoppiare. Ma resisto. E lui: ma vuoi una bustina?non ti vedo troppo bene…. RESISTO!

Non avendo soddisfazione dal sottoscritto continua il monologo con gli altri 3. Nella mia totale immobilità, riesco a roteare dolcemente gli occhi verso di loro e mi rendo conto, confortandomi, del loro color verde bottiglia(mal comune mezzo gaudio). Solo il felice giovane sembra non accusare le ire di Poseidone. Ancora, ancora, infiniti discorsi che ormai non riesco più a seguire. Solo il finale è sempre lo stesso: ….Io sò marinaio! Ma volete delle bustine? Non vi vedo troppo bene.

Giungiamo finalmente al molo beverello, indenni(per modo di dire). E qui, accade l’irreparabile e sorprendente. All’ennesimo e logorante “Io sò marinaio”, nell’alzarsi il ragazzo dalla felicità innata vomita tutta la sua colazione(a base di parmigiana di melenzane) sulle mie nuove e pulitissime polacchine!!!!

Me lo mangerei! Ma sto troppo male, nemmeno un confetto potrei ingoiare!(oltre al rospo!)

Viaggio di ritorno. Li ritrovo senza accordi tutti e 4.

Il sottoscritto con un paio di scarpe nuove. Pietro e gli altri 2 con il loro ritrovato colore naturale. Freschi come le rose. Lo pseudomarinaio, muto e senza ridere.

Siamo in treno.

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

2 Responses to “Io sò marinaio!”

  1. 1
    El gato Says:

    Sarei proprio curioso di conoscere “sto’ marinaio” per … spiegargli che ” a mar’ nisciun’ s’ pot’ fa’ mast’” . I più grandi marinai sono naufragati impietosamente!!!
    Sono particolarmente solidale con te caro Lapo: soffro, non sempre, il mal di mare, sudo le mani in modo schifoso quando sono in aereo (per fortuna solo in fase di decollo e di atterraggio). Come potrai ben notare hai trovato l’antitesi del “so’ marinaio”

  2. 2
    lapo2001 Says:

    Non ti nascondo caro El gato, che non ti ci vedrei con la divisina da marinaio ma con quella da pescatore di scogliera sì.

Leave a Reply

Archivi