Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Canzone | Salviamo Peter Pan

Italia

Posted by lapo2001 on apr 14th, 2011

Italia

Oh! Italia
Tierra de maccaroni
multinazionali
Tierra de scandalos
e de scandalizados
Tirra dove la pelota è rotunda
e los arbitros sono cornudones
Tierra de terremodos
e de terremodados
Tierra de sequestrados
e de sequestradores
Tierra dove los occupados
son disorganizados
E los disoccupados
son organizados
Tierra de libera muerte
e de abuerto vietado
Tierra de libera muerte
e de abuerto vietado
Tierra de radio libere
ma libere veramente
Che faran ballar,
che faran cantar tutta la hente
Tierre de stages de stado
Tierra de ordine nero,
tierra de ordine blanco
Tierra de ordine claro,
tierra de ordine clero
Oh! Italia
Tierra de segredos militares
Tierra de cançion d’audores
e des los intellectuales
Tierra de cançion d’audores
e des los intellectuales
Tierra de
“fin che la barca va lasciala andare”
Se vuele maridare,
si se vuele maridare
Se vuele maridare,
si se vuele maridare
Tierra de qualunquistas
e de digiunadores
Peninsula bagnada
da quatro lados
Ed el pueblo che fa?
Ed el pueblo che fa?
Canta! Canta! Canta!

Antonello Venditti

Ora che sono pioggia

Posted by lapo2001 on apr 9th, 2011

Ora che sei pioggia chissà quante volte ti sarai appoggiato sul vetro della finestra della mia stanza e non me ne sono accorto e chissà quante volte ti sarai fermato tra i capelli o sul parabrezza della macchina, mentre io mi perdevo nelle foschie dei miei pensieri. Ma tu mi vedi, mi vedi ogni giorno, dovresti capirlo perchè capita. Forse lo sapevi anche prima, anche quando ci alzavamo in faccia muri di silenzi per non sentire e pareti di mattoni per non vederci. Lo so, ti deludo. Almeno una volta nella giornata mi prenderesti a schiaffi, lo so. Le debolezze, i giorni peggiori, i pensieri sporchi e la muta assenza, ora sai tutto. Ora non ci sono bende o miopie che possono separare. E’tutto davanti a te. Mi osservi meglio di me. Ma guardami bene, però. Guarda tutto, guardami tutto. Mi avevi immaginato così? Non c’è niente di te in mezzo a tutti sti capricci e sti dottori?
Dimmi di no. Dimmi che qualche pezzo di te, che pensavi di tenere nascosto, te lo sei ritrovato magicamente sulla tua nuvola più bella. Dimmi che avresti voluto vedere un uomo che cerca la forza e hai trovato invece un uomo che agogna la libertà. Ma ci hai pensato mai? Come avrei potuto essere come te? La forza sta nella libertà. E tu, solo tu, ce l’avevi. Io mi arrangio e un pò m’illudo. M’illudo. Ma lo faccio solo per cercare di salvarmi, e tu lo sai. Ma tu come te la passi?
Non potevo in quel tempo, ma se tornassi indietro, avrei cercato di capirti prima. L’avrei fatto per te, ma soprattutto per me.
Ora che sei pioggia, lascerò le finestre aperte…
Ti penso, ogni giorno. Auguri di buon compleanno G.

Ora che sono pioggia

Ora che son pioggia e come il mare vado via,
che la lunga strada del tempo, io l’ho vissuta,
che ho accettato il principio fino a capire me stesso,
che ho odiato ed amato, come tutti del resto, la mia vita:
no, proprio non si può dire che sono stato un modello di fedeltà,
di coerenza, di donna candida e smarrita;
non sono mai stato io il tipo di accettare ordini e compromessi
con uomini, con donne e coi santi stessi.
Io ho accettato di dare e dare con molta sincerità
ma i sentimenti e le cose portano in sé contraddizioni.
Poteva essere amore per te, per te e per te
ma l’amore ha molte facce,
scusami adesso se non te l’ho saputo dare
ed anche nel lavoro molte volte ho mentito,
ho giocato per pigrizia, per soldi o per paura;
ma ora che son pioggia e come il mare vado via,
quella cosa che resta la vedo: è solo amore

Antonello Venditti

Grazie dei fiori bis

Posted by lapo2001 on nov 24th, 2010

Beh, mi sono emozionato. Anche quest’anno ho trascorso il compleanno al telefono e questo mi meraviglia e mi lusinga. Amici, parenti e persone che non vedo quotidianamente, ma che mi dimostrano una stima e un affetto che il tempo proprio non riesce a dissolvere. Quasi quasi mi è venuto il coccolone. Sono contento, sinceramente.

Per evitare di entrare nel tunnel mieloso e poco adatto al tenore di questo sito, questa volta dedico a tutti voi, una canzone ironica di un pò di tempo fa. Auguri, belle parole e messaggi sono stati come fiori che mi avete donato ed io non posso non ringraziarvi con il cuore. Grazie dei fiori grazie, dei fiori grazie, dei fiori bis.

A tutti gli isolani e non.
Catapo, ti sei fatto ciuotto ciuotto?

Superman

Posted by lapo2001 on set 29th, 2010

Ogni cosa al proprio posto. Gli inchini al capo e un mazzo di rose alla suocera. Le regole del giusto, di chi non può gridare “no” mentre il signore del compromesso sta mangiando un altro brandello di vita. Sì, farò tante volte cose che non amo fare per vivere e per amare. Ma mai non farò, tutto ciò che mi rende vivo. E potrete gridarmi con tutto il vostro sdegno che la mia esistenza è quella di un egoista che ha guardato poco negli occhi della gente e che non ha saputo coniugare il vento e l’aria o le onde e la corrente. Potrete saldarmi in bocca parole che non ho mai pensato e fare il solletico ai miei pensieri. Io starò zitto. Vi seguirò nel buio della tempesta e non farò una piega se dovrò accompagnarvi nell’universo di stelle cadenti. Sarò la vostra fidata sentinella, il fante di mille guerre. Ma non lasciate che ogni mia molecola si arruginisca nella vostra umidità e si perda in quel piccolo mondo che ha invece l’esigenza di allargarsi. Lasciate che io senta la mia gioia, che ascolti il mio dolore e che ogni singola emozione si espanda ai confini dell’infinito…liberamente. Non è facile essere me. E non è facile essere te. Soprattutto se siamo noi.

Non posso sempre volare
Non sono così ingenuo
Sto solo cercando di trovare
la parte migliore di me

Sono più di un uccello…
sono più di un aereoplano…
Più di qualche bella faccia accanto ad un treno
Non è facile essere me

Vorrei poter piangere
Cadere sulle mie ginocchia
trovare un modo per stare
in una casa che mai vedrò

Può sembrare assurdo…
ma non essere è da ingenui…
Anche gli eroi hanno il diritto di sanguinare
Potrei anche essere pazzo…
ma ammetterai che
anche gli eroi hanno il diritto di sognare
non è facile essere me

Su, su e via… via da me
va tutto bene…
potete tutti dormire profondamente stanotte
Non sono pazzo o cose del genere

Non posso sempre volare
Non sono così ingenuo
Gli uomini non sono stati creati per vivere
con le ginocchia fra le nuvole

Sono solo un uomo dentro
in una stupida tuta rossa
scavando per la Criptonite in questa via a senso unico
solo un uomo in una divertente tuta rossa
Cercando qualcosa di speciale dentro di me

Non è facile essere me.

Five for fighting

Canzone

Posted by lapo2001 on set 6th, 2010

E mò m’è venuto ‘o ‘ngrippo.
Vogliamo girarlo questo video?

You’re beautiful

Posted by lapo2001 on dic 5th, 2009

Sei bella. Sei bella.
Sei bella… è vero.

Sei bella

La mia vita è brillante.
Il mio amore è puro.
Vidi un angelo.
Di quello sono sicuro.
Mi ha sorriso sulla metro.
Era con un altro uomo.
Ma non perderò sonno su quello,
perché ho un piano.

Sei bella. Sei bella.
Sei bella, è vero.
Ho visto la tua faccia in un posto affollato,
E non so cosa fare,
perchè non starò mai con te.

Yeah, catturò il mio sguardo,
Come se camminassimo vicino.
poteva vedere dalla mia faccia che ero,
amareggiato,
E non penso che vedrò la sua dinuovo,
Ma abbiamo condiviso un momento che durerà fino alla fine.

Sei bella. Sei bella.
Sei bella, è vero.
Ho visto la tua faccia in un posto affollato,
E non so cosa fare,
perchè non starò mai con te.
Sei bella. Sei bella.
Sei bella, è vero.
Ci doveva essere un angelo con un sorriso sulla sua faccia,
Quando pensò che dovrei stare con te.
Ma è tempo di affrontare la verità,
Non starò mai con te.

James Blunt

Checco Zalone

Posted by lapo2001 on giu 9th, 2009

W la sineddoche – Checco Zalone

Ciao;-)

Ciao;)

Cm t kiami?;D

M kiamo Luxuria69—8

6 blla?;))))

Sn simptca:P

6 blla?;))

Sn dlce e ho tnt sogni che nn voglio xdere!!!!!!!!!

6 blla?;)

+ o -

Ti amo!

Io Nascerò

Posted by lapo2001 on mag 13th, 2009

E questa qui, chi se la ricorda?

Se il tuo blu
non e’ uguale al mio
se non sai
che colore ho io
se non vuoi
respirare con me
io vivro’
anche senza di te.

sabbie mobili
sotto di noi
e sei tu
il piu’ debole ormai
io e te
divisi a meta’.
io e te
piu’ distanti piu’ in la’
piu’ in la’
io nascero’
dove ti ho lasciato nascero’ oh oh
non avro’ paura piu’
del tuo maestrale eh
non voglio piu’ affondare eh eh
uouh uouh
io nascero’
per me sola ancora nascero’ oh oh
nessun vento mi potra’ piu’
fare male eh
ormai affronto il mare eh eh

se il tuo film
finisce cosi’
se c’e’ un no
invece di un si ih
sabbie mobili
sotto di noi
e la luce si
spegne oramai ormai.
io nascero’
dove ti ho lasciato nascero’ oh oh
non avro’ paura piu’
del tuo maestrale eh
non voglio piu’ affondare eh eh
uouh uouh
io nascero’
per me sola ancora nascero’ oh oh
nessun vento mi potra’ piu’
fare male eh
ormai affronto il mare eh eh
uouh uouh
io nascero’
per me sola ancora nascero’ oh oh
nessun vento mi potra’ piu’
fare male eh
non voglio piu’ affondare eh eh

Loretta Goggi (1986)

Mezzogiorno

Posted by lapo2001 on mag 6th, 2009

Quanto mi piace sta canzone.

Caselli d’autostrada tutto il tempo si consuma
Ma Venere riappare sempre fresca dalla schiuma
La foto della scuola,non mi assomiglia più,ma i miei difetti sono tutti intatti
Ed ogni cicatrice è un autografo di Dio
Nessuno potrà vivere la mia vita al posto mio
Per quanto mi identifichi nel battito di un altro sarà sempre attraverso questo cuore
E giorno dopo giorno passeranno le stagioni
Ma resterà qualcosa in questa strada,non mi è concesso più
Di relegarti i miei casini
Mi butto dentro vada come vada
Rit.
Siamo come il sole a mezzogiorno baby..
Senza più nessuna ombra intorno baby..
Siamo come il sole a mezzogiorno baby..
Senza più nessuna ombra più nessuna ombra intorno baby
Un bacio e poi un bacio e poi un bacio e poi altri 100
teoricamente il mondo è più leggero di una piuma
Nessun filo spinato potrà rallentare il vento
Non tutto quel che brucia si consuma
E sogno dopo sogno sono sveglio finalmente per fare i conti con le tue promesse
Un giorno passa in fretta e non c è tempo di pensare muoviamoci che poi diventa sera..
Rit.
Gente che viene gente che va gente che torna gente che sta
Il sole se la ride in mezzo al cielo
Guardare noi che ci facciamo il culo
è un gioco
Mezzogiorno di fuoco
è un lampo sulle armature
in guardia niente da capire mi specchio in una goccia di sudore
Rit.

Jovanotti

Tutti vogliono viaggiare in prima

Posted by lapo2001 on apr 24th, 2009

Vieni verso di me, mi sorridi, ti sorrido. Una pacca sulla spalla, annuisco soddisfatto spostando lievemente la testa verso il basso. Ci guardiamo e sempre in silenzio scruti nelle mie pupille. Beh, cosa vedi?
Sono occhi stanchi lo so, tutto va in fretta, ci si ferma poco e un pò di tempo in più s’appoggia sulle spalle. Non sono più venuto a trovarti là, sono la solita testa di cazzo. In questi giorni t’ho pensato più del solito, sarà che c’ho il periodo di squilibrio, sai di cosa parlo. Oggi poi, è capitato di vederti in quei giorni lì smanettando sul pc. Eravamo belli come quella giornata. Mica si può dimenticare. La voce è sempre la stessa, anche tu sei sempre uguale. Ma cosa ci mancava? Se ne parlò per ore. I miei sogni, i tuoi. I miei passi falsi, i tuoi. I nostri viaggi futuri, possibilmente non in prima classe, perchè a noi piace prendercela come viene, no?
Sempre oggi, una cara amica che vive un periodo triste, quello in cui ci si chiede tutto e ci si risponde il contrario di tutto, mi ha chiesto: ma perchè noi ci attacchiamo sempre alle cose e alle persone che sfuggono o che non ci vogliono più?
Beh, non ho saputo aiutarla. E’ una domanda che mi ha fatto balenare te nella testa. Come glielo spiegavo che quando hai qualcuno o qualcosa nella vita, quella automaticamente ne fa parte, senza “ma” o senza “se”, non esiste una condizione. Quando voglio prendere una cosa, la prendo e basta, mica mi chiedo che se non avessi le mani non potrei farlo. Quando voglio camminare, lo faccio senza minimamente pensare che senza gambe non ne avrei la possibiltà. Quando osservo, guardo le cose e non sto lì a dirmi che privo di occhi sarei impossibilitato.
Questo capita anche con le persone. Quando ci sono, te le godi, ridi e non puoi sapere che domani potrebbero non parlarti più e regalarti più il loro tempo. E’ un autodifesa pensare incosciamente che saranno sempre lì e che esiste l’immortalità. Poi, solo dopo con la loro mancanza tristemente ti accorgi e percepisci cosa realmente rappresentavano per te e ci diciamo ” ah, l’avessi saputo, avrei fatto, detto questo e quello, forse…”.
Io oggi il tuo sorriso e non solo ce l’ho stampato nel cervello…e che il tuo viaggio non finisce mai…
… e non chiedermi più niente, tanto lo sai come sto, lo sai sotto come va…
… non andare, mi giro e mi rigiro…
…e dammi un’altra pacca sulla spalla…
…ci vediamo, stavolta ti vengo a trovare io là…

Tutti vogliono viaggiare in prima

Quelli come me
Si svegliano alle tre
E dicono che i giorni sono corti
E poi quelli come me
Si svegliano a metà
Rimangono coi sogni mezzi aperti
Avrai ragione te
A fare come fai
A stare con chi vince
Cambiarti le camicie
Sta a vedere che
Sappiamo già com’è:
ci riposiamo solo dopo morti

tutti vogliono viaggiare in prima
l’hostess che c’ha tutto quel che vuoi
tutti quanti con il drink in mano
e sotto come va?
Fuori come va?

Quelli come me
Si va finché ce n’è
Ma e come non venisse mai il momento
Con quei progetti lì
E quei difetti lì
Che ci fanno stare più contenti
Avrai ragione te
A fare come fai
A startene da furbo
Nel mondo dei più furbi
Ma a sta vedere che
Sappiamo già com’è
Non ci teniamo a togliere il disturbo

Tutti vogliono viaggiare in prima
L’hostess che c’ha tutto quel che vuoi
Tutti quanti con il drink in mano
E sotto come va?
Fuori come va?

Tutti vogliono viaggiare in prima
E che il viaggio non finisca mai
Tutti con il posto finestrino
E sotto come va?
Fuori come va?
Fuori come va?
Fuori come va?

Siamo quelli che
Non si fanno mai pagare da bere
Perché siamo quelli che
È meglio se lo sai
Con quelli come te sono sempre pari

Tutti vogliono viaggiare in prima
Tutti quanti con il drink in mano
E sotto come va?
Fuori come va?

Ligabue

Next »

Archivi