Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Ash | Salviamo Peter Pan

Ash

Posted by lapo2001 on ago 4th, 2010

Ho impiegato una vita per riconoscere il colore della mia pelle e quale fosse il valore delle mie mani;ho trascorso un’esistenza ad ascoltare, decifrare e scandire il battito del mio cuore per capire quale energia muovesse il suo palpitare; ho impiegato un altro secolo per comprendere le madri ignote dei figli ignoti dei miei pensieri e cose volesse significare. Tutto in un tempo infinito. Una vita. E tante ce ne vorranno ancora per ascoltare la mia voce ancora muta e per trovare il ritmo squilibrato della mia anima…
“Maledetta solitudine di quegli anni” potrei pensare. Inchiodato con le spalle al muro e uno specchio sul muso, muro e specchio di cui oggi non riesco più fare a meno. In quegli anni mi sono confessato e sconfessato, ho costruito castelli di cartapesta in mezzo agli incendi, ho tradito amici, sputato in faccia a mio padre e mentito mia madre solo per la sete di conoscere, di sapere. Ho stravolto le regole dell’uomo e ho camuffato, non sempre riuscendoci, con il mio milione di maschere una faccia sporca ma sincera che cercava la mia verità.
Ad ognuno, uscito da quel buco, è stato regalato un armadio pieno di tantissimi cassetti. In ogni cassetto c’è una parte profonda, invisibile agli occhi e spesso anche alla mente. Il cuore invece, è come un radar, si fa sentire. Vuole che vada ad esplorarli, vuole il riconoscimento. Ma per farlo, ci vuole un po’ di coraggio e una mente dilatata: superare la conoscenza che ci fu impartita, stravolgere la nostra religione, di cui forse sappiamo poco o niente e il nostro credo che è un credo inculcatoci da generazioni , e disintegrare tutte le parole e i pensieri che in molti casi hanno solo plasmato il nostro pregiudizio. Lì dentro, in ogni cassetto, ci sono io. C’è il mio talento, la mia paura, la mia debolezza, i miei desideri, le mie passioni… la mia vita. Unica e sola. Lì dentro manca solo il tempo. Ma per quello devo provvedere io. Perché è chiaro, è ovvio, che una vita non basta…

Ash

Salvami
Questa volta non posso fuggire
Sono sotto un incantesimo?
Sto lottando per la mia vita?
Fin qui andata
Non può voltarsi
Mi sento come sepolto vivo
E lo urlo forte

Vedo il terrore nei tuoi occhi, il tuo cuore batte forte
Per l’innocenza che abbiamo perduto e che non può tornare
Sappiamo che non possiamo continuare così
Ma resistiamo e andiamo avanti
Non fare che io sia quello che ti fa sprofondare

Nel silenzio
Nella solitudine della notte
Quando la paura di raggela
E sei incapace di muoverti
Troppo delicata
La tua mente fragile
E’ così difficile restare qui
E amare la vita

Vedo il terrore nei tuoi occhi, il tuo cuore batte forte
Per l’innocenza che abbiamo perduto e che non può tornare
Sappiamo che non possiamo continuare così
Ma resistiamo e andiamo avanti
Non fare che io sia quello che ti fa sprofondare

Ho combattuto al tuo fianco
Come tuo complice in questo crimine
Un cuore che batte, una stella lontana
Abbiamo perduto tutto ciò per cui abbiamo combattuto

Tutto il male che ho tenuto dentro
Mi vergogno di tutto
Di tutti i rimpianti che mi restano
Di tutto il dolore

Vedo il terrore nei tuoi occhi, il tuo cuore batte forte
Per l’innocenza che abbiamo perduto e che non può tornare
Sappiamo che non possiamo continuare così
Ma resistiamo e andiamo avanti
Non fare che io sia quello che ti fa sprofondare

Polaris

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

Leave a Reply

Archivi