Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Dove | Salviamo Peter Pan

Dove

Posted by lapo2001 on gen 12th, 2011

Ho ascoltato la tua voce disperata al telefono mentre rincorreva singhiozzi. A volte, freddo, ho lasciato che gli sfoghi facessero il proprio corso e che il vuoto galleggiasse sulla tua notte attendendo che i raggi del sole il mattino seguente lo riempissero di quel pò di finto calore ed ho fatto l’unica cosa che potevo fare e ho detto l’unica cosa che potevo dire: “io ci sono”.

Ora c’è un pianoforte che non smette più suonare. La sua malinconia mi fa togliere e indossare il cappotto di continuo. Esco per evitare di assecondare quel suono, mi muovo veloce per la strada confondendomi tra le luci della città e dopo poco, non riuscendo a fare a meno, torno a farmi prendere da quelle note perse e sbiadite…
Sono stato al bar degli amici. Il pianoforte era con me. C’era molto casino intorno. Ho chiuso i rubinetti e il chiacchiericcio si è trasformato in un bisbiglio. T’ho vista in piedi di fronte alla macchina del caffè, mentre sorridendo lasciavi brillantini qualunque cosa toccassi. Solo la smart poteva portarmi dove mi andava. Ho preso la telecamera e me la sono piazzata in faccia, mentre percorrevo la strada tortuosa che spia da cent’anni il mare. Il cielo si era schiarito e il fresco penetrava dal piccola feritoia del finestrino. Ho cantato come un ossesso, sparando come un fuoco d’artificio tutta la palla che avevo qui dentro. Non so dove sia finita. No so dove sia io. Mi sono ritrovato a casa vicino al pianoforte.
Le note si ammucchiano tra il bianco e il nero e non permettono che i ricordi vadano altrove. Dove ho lasciato che andassi via…
Ma tu ci sei? Sì, ma dove?

Dove – A.Venditti

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

Leave a Reply

Archivi