Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Henna | Salviamo Peter Pan

Henna

Posted by lapo2001 on ott 11th, 2010

Un treno di folla e di parole mi sta riportando indietro. Dal finestrino si vedono passare veloci gli alberi e un paesaggio che si fa sempre più grigio ed ombroso. Veloci come i minuti che inesorabilmente ricordano che da lì a poco ci sarà la realtà a tendermi beffardamente la mano. E domani? che sarà? chi lo sa. I lividi e il sangue di ogni giorno sono a qualche chilometro da qui, in fondo al binario. Appena si chiuderanno le porte alle mie spalle, chiuderò di nuovo a chiave questo battito veloce e spegnerò questi nuovi colori dagli occhi, riempendo il tempo di quel che rimane di me. Ah domani. Domani c’è quell’appuntamento importante, c’è chi avrà bisogno di me per inutili faccende, c’è chi mi rimprovererà per il mio disordine e chi per la mia disattenzione. C’è la mia vecchia giornata. Domani…no, no non ci arrivo a domani. Vorrei invece, che il tempo si fermasse qui, ora, in mezzo al niente. Oppure vorrei che il treno non si fermasse più, che non esistesse capolinea. Tutto concentrato qui. In questo piccolo sediolino che senza saperlo mi riscalda l’anima e in questo spazio dove la leggera corrente che si fa largo tra la gente mi accarezza i capelli. Sì, c’è qualcosa che non va. Lì fuori ha cominciato anche a piovere e tra poco sarà buio. Ma forse, qualcosa cambierà. E se non sarà domani, sarà un giorno del futuro assolato e senza spine. Sarà come oggi, come ora, sarà come voglio che sia. Sarà un altro tempo e un altro treno, ma stavolta solo con te e senza fermate. Sì, questo mi salverà, ci salverà.

Henna

Adesso basta sangue ma non vedi
Non stiamo nemmeno più in piedi…un po’ di pietà
Invece tu invece fumi con grande tranquillità
Così sta a me che debbo parlare fidarmi di te
Domani domani domani chi lo sa domani sarà
Oh oh chi non lo so quale Dio ci sarà io parlo e parlo solo per me
Va bene io credo nell’amore l’amore che si muove dal cuore
Che ti esce dalle mani che cammina sotto i tuoi piedi
L’amore misterioso anche dei cani e degli altri fratelli
Animali delle piante che sembra che ti sorridono anche quando ti chini per portarle via
L’amore silenzioso dei pesci che ci aspettano nel mare
L’amore di chi ci ama e non ci vuol lasciare
Ok ok lo so che capisci ma sono io che non capisco cosa dici
Troppo sangue qua e là sotto i cieli di lucide stelle
Nei silenzi dell’immensità
ma chissà se cambierà oh non so se in questo futuro nero buio
Forse c’è qualcosa che ci cambierà
Io credo che il dolore è il dolore che ci cambierà
Oh ma oh il dolore che ci cambierà
E dopo chi lo sa se ancora ci vedremo e dentro quale città
Brutta fredda buia stretta o brutta come questa sotto un cielo senza pietà
Ma io ti cercherò anche da così lontano ti telefonerò
In una sera buia sporca fredda
Brutta come questa
Forse ti chiamerò perché vedi
Io credo che l’amore è l’amore che ci salverà
Vedi io credo che l’amore è l’amore che ci salverà.

Lucio Dalla

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

2 Responses to “Henna”

  1. 1
    neitth Says:

    M’inchino(come al solito) di fronte all’eleganza con cui scrivi..

  2. 2
    lapo2001 Says:

    neitth, e io m’inchino a chi mi legge…grazie.

Leave a Reply

Archivi