Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Paleobarattolo | Salviamo Peter Pan

Paleobarattolo

Posted by lapo2001 on mag 6th, 2008

C’è chi si rinchiude in una scatola, chi in una casa, chi in un laghetto…

Si è al sicuro, pochi pericoli. Controllo, disciplina, certezze sono gli emblemi degli spazi limitati. Si è sempre nel giusto. La non sofferenza. E’ meraviglioso!…Ma è questo ciò che vogliamo?

Chi non è mai uscito da quell’habitat non ha alcun interesse a guardare e scoprire cosa ci si al di là. Fa paura… E chi ce lo fa fare?!?… E se per caso, si è alzato un pò più lo sguardo o si è allargato di più il buco della serratura, ci sarà sempre chi ci vorrà tanto bene, a fermarci e raccontarci che non si fa (per il nostro bene!), in modo da farci ammuffire nei nostri sensi di colpa e i nostri sogni assurdi ormai divenuti utopie.
Il problema sorge quando si è scorto lontano, dietro quelle mura, quelle pareti di cartone e quegli scogli immensi ed appuntiti…l’infinito. Perchè penso che sia nella nostra natura tendere a ciò. E per quanto si possa essere bravi a resistere, prima o poi, ci sarà sempre qualcosa (un obiettivo, un sogno, una donna) che ci attirerà verso l’immensità ignota. Oltre.

Tuffarsi nell’oceano dopo aver superato delle prove ti fa entrare in una dimensione che nessun laghetto può regalarti. Ti fa vivere. Ma questo non vuol dire che andrà sempre bene, anzi. Se perdi, sò dolori! Ti perdi! Ma questa è una regola imprescindibile: se decidi di stare fuori, sarai un uomo libero e gioirai e soffrirai come tale. Paradiso e inferno; se invece decidi di rimaner dentro, avrai il tuo limbo asettico, in cui felicità e dolore faranno fatica a riconoscersi, ma ti invidio, con la tua testardaggine e con il tuo modo di fregare i sensi di colpa, facilmente potresti diventare il re del laghetto!E non è poco!

Io il mare l’ho conosciuto…purtroppo?…ora ne cerco un altro… mentre sono finito in un acquario!!!

Paleobarattolo – Renato Zero

Chiuso dentro ad un barattolo!
Sono stato chiuso in un barattolo!
Per vent’anni e trentamila secoli…
Di qua, di là.
Di qua, di là.
Preso a calci dentro a quel barattolo,
Mentre il mondo fuori andava a rotoli,
Per vent’anni e trentamila secoli…
Di qua, di là.
Di qua, di là.
Ehi amico,
Dammi l’apriscatole.
Sono stanco d’essere un giocattolo,
Per vent’anni e trentamila secoli,
Di qua, di là.
Di qua, di là.
Perché ti nascondi,
Dai vieni qui,
Giochiamo un po’!
Impariamo ancora, se tu lo vuoi,
A ridere…
Sai cos’è, che non va,
Chiudere in scatola la libertà.
Non ci sto,
Vado via.
Cerchiamo scampo nella fantasia…
Ora passo tutto il giorno a ridere.
C’è la gente chiusa nei barattoli,
Non capiscono ma sono secoli,
Che vanno su, che vanno giù…
Mi diverto se li sento piangere,
Sono chiusi tutti nei barattoli.
Si lamentano ma sono secoli,
Che vanno su che vanno giù…
Perché ti nascondi,
Dai vieni qui,
Giochiamo un po’!
Impariamo ancora, se tu lo vuoi,
A ridere!
Sai cos’è, che non va,
Chiudere in scatola la libertà.
Non ci sto,
Vado via.
Cerchiamo scampo nella fantasia…
Chiuso dentro ad un barattolo…
Sono stato chiuso in un barattolo.
Per vent’anni e trentamila secoli,
Di qua, di là, di qua di là.
Su e giù, su e giù…
Ah…ah…ah…

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

3 Responses to “Paleobarattolo”

  1. 1
    GEPPETTO45 Says:

    VictorHugo,nel suo non tanto noto “UOMO CHE RIDE” ci parla di una pratica in uso nel 700 per creare fenomeni da barraccone e da strada ,>> si calava in una giarra o altro recipiente dalla forma più strana, un bimbo o una bimba e si lasciavano crescere in essi in modo che il corpo si modellasse, deformandosi secondo le linee della dimora ove erano stati calati, quando più deforme era il corpo più alta era la quotazione del mostricciattolo sul mercato dei saltibanchi

  2. 2
    GEPPETTO45 Says:

    P.S. NON DOVEVANO SOFFRIRE DI “CLAUSTROFOBIA” ………..

  3. 3
    lapo2001 Says:

    Ora capisco quando mi dicono: tien ‘o fisic a bust ‘e latt!!!

Leave a Reply

Archivi