Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.salviamopeterpan.com/htdocs/wp-content/plugins/paged-comments/paged-comments.php on line 31
Same mistake | Salviamo Peter Pan

Same mistake

Posted by lapo2001 on mar 11th, 2009

Passa musica assai lenta e monotona, un bottiglia di coca-cola, sigarette e dormo. Continuo a farlo. Immerso nell’imbuto di qualche vecchio “perchè?” che stanotte rimbomba con la sua eco più possente che mai nei timpani. Riesco a malapena a percepire gli altri suoni…tendono al mutismo. Il ritmo sempre più incalzante, cadenzato e forte della batteria copre tutto quel mescolarsi di melodie immaginarie, ogni strumento con la propria. Dovrebbe essere un incastrarsi perfetto di dolci note come l’ingranaggio microscopico di un orologio-sveglia. E invece da quel marchingegno così tanto sofisticato e preciso fuoriesce solo “tic tac”, “tic tac”… infinito, potente…svilente… non suona più.
Il batterista dà i tempi, comanda le frequenze degli altri, mette la colla a tutte le note. Le sue bacchette, i tamburi e i piatti sono il direttore della band.

Ma oggi non so, ha calcato troppo il piede, forse è ubriaco. E’ un demonio, è un despota…”bum bum bum…”…”tic tac, tic tac, tic tac…”…Solo questo, solo lui, tutto il resto è sordo, è rumore, i sogni sul taglio della bacchetta obsolta del violino, i desideri sui pedali ammuffiti del pianoforte, le ambizioni nei tasti arrugginiti della tromba, le gioie che si agitano nella canna ingolfata del flauto, le scelte dietro alle corde immobili della chitarra… e la mia vita rimbalzante e la mia libertà chiusa nella grancassa del tamburo, entrambe messe a 90° a sorbirsi tutti quei colpi… i soliti asfissianti “perchè?”… “bum bum bum”…

Intanto accendo un’altra sigaretta e bevo un altro dolce e frizzante sorso, ancora dormendo, infilato nel mio enorme imbuto.

Un imbuto coperto di ingegnose bende per non vedere… “bum bum bum”… chiuso da un tappo saldato per non gridare… “bum bum bum”… pieno di comoda ovatta per non ascoltare… “bum bum bum”… No, no, oggi non va. C’è qualche crepa, una falla…in mezzo a tutti quei “bum bum bum”… forse un urlo di rabbia è scappato via. Lo stesso che mi fa scrollare le spalle, mi fa voltare e me ne fa andare con sempre più cinismo ed egoismo, sostituendo un gesto d’amore in una dose di senso di colpa?
Sempre e solo lo stesso errore? Lo stesso che inceppa l’ingranaggio? Quello che rende così assurdamente presuntuoso il batterista?

…bum bum AAAAAH bum…

Coperto dall’imbuto, dormo. Sì dormo ancora…
Ma c’è la mia orchestra muta e sognante che ha altre sinfonie da suonare… Dove ho messo la sveglia? Dove?… Devo ripararla.
…Forse nella grancassa dei miei stessi errori?

SAME MISTAKE

So while I’m turning in my sheets
And once again I cannot sleep
Walk out the door and up the street
Look at the stars beneath my feet
Remember rights that I did wrong
So here I go

Hello, hello

There is no place I cannot go
My mind is muddy but
My heart is heavy does it show
I lose the track that loses me
So here I go

Uhuh uhuh uhuh

And so I sent some men to fight
And one came back at dead of night
Said he’d seen my enemy
Said he looked just like me
So I set out to cut myself
And here I go

Uhuh uhuh uhuh

I’m not calling for a second chance
I’m screaming at the top of my voice
Give me reason, but don’t give me choice
Cause I’ll just make the same mistake again

Uhuh uhuh uhuh

And maybe someday we will face
And maybe talk but not just speak
Dont buy the promises cause
There are no promises I keep
And my reflection troubles me
So here I go

Uhuh uhuh uhuh

I’m not calling for a second chance
I’m screaming at the top of my voice
Give me reason, but don’t give me choice
Cause I’ll just make the same mistake

I’m not calling for a second chance
I’m screaming at the top of my voice
Give me reason, but don’t give me choice
Cause I’ll just make the same mistake again

Uhuh uhuh uhuh

Uhuh uhuh uhuh
So while I’m turning in my sheets
Uhuh uhuh uhuh
And once again I cannot sleep
Uhuh uhuh uhuh
Walk out the door and up the street
Uhuh uhuh uhuh
Look at the stars
Uhuh uhuh uhuh
Look at the stars falling down
Uhuh uhuh uhuh
And I wonder where
Uhuh uhuh uhuh
Did I go wrong?

Traduzione testo
Stesso Sbaglio

Così mentre mi giro tra le mie lenzuola
e ancora una volta non riesco a dormire
esco fuori dalla porta e vado in strada
guardo le stelle sotto i miei piedi
ricordando cose giuste che ho sbagliato
così vado via

ciao,ciao

non c’è posto in cui non posso andare
la mia mente è confusa ma
il mio cuore è pesante e lo dimostra
perdo il sentiero, che perde me
così vado via

e così ho inviato alcuni uomini a combattere
e uno di loro è tornato indietro al morire della notte
ha detto di aver visto il mio nemico
ha detto che assomigliava a me
così ho deciso di eliminare me stesso
e così vado via

non sto chiedendo una seconda possibilità
sto urlando a squarciagola
dammi una ragione, non darmi una scelta
perchè farò ancora lo stesso sbaglio

e forse un giorno ci incontreremo
e forse parleremo, ma non tanto per parlare
non comprare promesse perchè
non ci sono promesse che mantengo
e la mia riflessione mi turba
e così vado via

non sto chiedendo una seconda possibilità
sto urlando a squarciagola
dammi una ragione, non darmi una scelta
perchè farò ancora lo stesso sbaglio (x2)

così mentre mi giro tra le mie lenzuola
e ancora una volta non riesco a dormire
esco fuori dalla porta e vado in strada
guardo le stelle che cadono
e mi chiedo dove ho sbagliato?

James Blunt

Share and Enjoy:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • MySpace

One Response to “Same mistake”

  1. 1
    geppetto45 Says:

    La voglia di commentare è tanta, ma cadrei nella trappola…..per cui dico solo” O’ PURP’ SADD’A’ COCERE INT’A’ L’ACQUA SOJE”
    UN FORTE ABBRACCIO A CHI DORME ANCHE NELLA PUNTO OLTRE CHE NELL’IMBUTO …………….

Leave a Reply

Archivi